Riapre Abbazia Sant'Eustachio di Nervesa

E' stato il gesto di "generosità verso la propria comunità" di un cittadino emigrato e poi rientrato dal Canada a consentire la riapertura al pubblico, oggi, dell'Abazia di Sant'Eustachio, di Nervesa della Battaglia (Treviso), monumento risalente all'XI secolo e pesantemente danneggiato dai bombardamenti della Grande Guerra. Lo stabile, che si affaccia sul greto del Piave e che nel XVI secolo ha ospitato personaggi come i poeti Pietro Aretino e Gaspara Stampa, oltre che monsignor Giovanni Della Casa (che qui scrisse il "Galateo"), era stato chiuso nel 2013 a causa del suo stato pericolante. Il Comune di Nervesa, perciò, ha pubblicato un bando rivolto a investitori privati perché si accollassero l'onere di progettazione esecutiva, restauro e gestione della struttura. Ad offrirsi è stata la società agricola "Giusti Dal Col", che fa riferimento a Ermenegildo Giusti, la quale ha destinato circa 2 milioni di euro all'operazione oggi conclusa. La restituzione al pubblico dell'Abbazia è avvenuta alla presenza, fra gli altri, del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e del soprintendente ai Beni archeologici per il Veneto, Andrea Alberti. (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il Gazzettino (venezia)
  2. Belluno Press
  3. Il Giornale di Vicenza
  4. Treviso Today
  5. Oggi Treviso

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Miane

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...